Ieri ha chiamato Claire Moren di Giuseppe Aloe

Layout 1

RASSEGNA STAMPA 

La lettura del Corriere della Sera – segnalazione 29 ottobre 2016

http://lettialetto.tgcom24.it/ Acronimi e disegni per arrivare al nome di un assassino. Chi è Claire Moren?

Contorni di noir

Sugarpulp

Milanonera

http://theblogaroundthecorner.it/

Panorama

La bottega di Hamlin

Intervista a La città Quotidiano 17 novembre 2011 a firma di Simone Gambacorta

intervista thrillernord

recensione thrillernord

libroguerriero

reggio tv

BOOK TOUR prime tappe da ottobre 2016 a gennaio 2017 : Milano – Roma – Napoli – Viterbo – Carugo – Arese – Pisogne – Saronno – Viù

COMUNICATO STAMPA
Book Media Events
annuncia l’uscita dal 24 ottobre di
Ieri ha chiamato Claire Moren
di Giuseppe Aloe
Giulio Perrone editore
Collana Hinc Pagine: 256 Prezzo: 15 euro Isbn: 978-88-6004-433-4

Ieri ha chiamato Claire Moren è un romanzo che utilizza il genere noir
per affrontare i temi del doppio, degli anni perduti, della memoria e dei
turbini della giovinezza.
Dopo diciotto anni di prigione, il protagonista del romanzo, di cui
conosciamo solo il nomignolo: Enea, viene scarcerato e decide di
andare a vivere su un’isola. In effetti lui non ha commesso l’omicidio
per il quale è stato condannato, ma non ha la forza di riavvolgere gli
anni. Sull’isola incontra un uomo abbastanza anziano, ma ancora
vigoroso, tale Gagliardi. Quest’uomo è un cacciatore di nazisti. Sta
cercando Marigold, la primula nera del nazismo internazionale.
Enea non rivela a Gagliardi la sua identità, ma il vecchio, abituato a
sondare la realtà con gli occhi dell’investigatore la scopre. Si viene a
sapere che Enea è stato condannato a 22 anni di carcere (scontati 18)
per l’uccisione di Anni, all’epoca dei fatti, sua amante. Le prove,
almeno a leggere i giornali, sono inconfutabili. Enea inizia un rapporto
di confidenza con Gagliardi e questi lo sprona a riannodare i fili.
L’azione e la riflessione allora si confondono. La vicenda si avvolge e si
svolge secondo trame insolite, in cui entrano nuovi personaggi, nuovi
sospetti, nuove relazioni fino all’agghiacciante finale.
Giuseppe Aloe nasce a Cosenza nel 1962. Ha pubblicato Non pensare
all’uomo nero… dormi (2005), Non è successo niente (2009), Lo
splendore dei discorsi (2010), La logica del desiderio (2011, finalista al
Premio Strega) e Gli anni di nessuno (2012), tutti editi dalla Giulio
Perrone Editore.

Annunci